ARCHITETTURA RIGENERAZIONE SOSTENIBILITÀ

Ex laurea in Scienze dell'Architettura

TECNICA DELLE COSTRUZIONI 2° MODULO

Docenti: 
Crediti: 
4
Sede: 
PARMA
Anno accademico di offerta: 
2020/2021
Responsabile della didattica: 
Settore scientifico disciplinare: 
TECNICA DELLE COSTRUZIONI (ICAR/09)
Semestre dell'insegnamento: 
Primo Semestre
Lingua di insegnamento: 

ITALIANO

Attività formativa padre: 

Obiettivi formativi

Conoscenze e capacità di comprendere:
alla fine del percorso dell’insegnamento lo studente dovrà conoscere i modelli di calcolo più elementari per la valutazione dello stato di sollecitazione e di deformazione delle strutture. Inoltre, dovrà aver assimilato i principi fondamentali dei metodi di verifica di affidabilità strutturale e le tecniche e gli strumenti grafici per redigere il progetto strutturale dei più comuni elementi strutturali.

Competenze:

Lo studente dovrà essere in grado di valutare lo stato tensionale e di deformazione di una struttura a telaio, dimensionare gli elementi strutturali in calcestruzzo armato e in acciaio, comprese le fondazioni ed i vincoli, e verificare gli elementi stessi secondo la normativa vigente. Infine dovrà saper redigere una relazione di calcolo strutturale con particolari di dettaglio.

Autonomia di giudizio:
Lo studente dovrà possedere gli strumenti per valutare in maniera critica la buona riuscita del progetto dell’elemento strutturale e la sua fattibilità.

Capacità comunicative:
Lo studente dovrà possedere l’abilità di presentare in maniera chiara i risultati della progettazione mediante l’utilizzo di strumenti grafici e tabelle.

Prerequisiti

Conoscenza elementare delle equazioni di equilibrio, tecnologia dei materiali e legami costitutivi, teoria tecnica delle travi.

Contenuti dell'insegnamento

Principi della statica, tecniche costruttive e forme strutturali. Travature reticolari e telai.
Analisi delle sollecitazioni. Strutture isostatiche e iperstatiche. Metodo delle forze
Misura della sicurezza strutturale. Metodo delle tensioni ammissibili. Metodo agli stati limite.
Costruzioni in Calcestruzzo armato. Caratteristiche meccaniche dei calcestruzzi e degli acciai da armatura. Forza assiale centrata: Compressione. Flessione retta. Forza assiale eccentrica: Pressoflessione e Tensoflessione. Taglio.

Mensola tozza e plinto. Fondazioni.
Esercitazioni pratiche. Dimensionamenti di travi e pilastri e verifiche della sicurezza. Raccomandazioni progettuali della normativa.

Programma esteso

Gli argomenti del corso descritti in dettaglio sono disponibili nella piattaforma didattica "ELLY".

Bibliografia

Testi di riferimento:
Appunti forniti dal Docente e materiale didattico a disposizione sul portale “Elly”

Testi di approfondimento:
 Ivo Iori. “Minimi strumenti di scienza del costruire”. Monte Università Parma (2009)
 B. Furiozzi, C. Messina, L. Paolini. “Prontuario per il calcolo di elementi strutturali”– Le Monnier Scuola - Volume Unico.
 S. Di Pasquale, C. Messina, L. Paolini et alii . “Progettazione Costruzioni Impianti” 2a ED. Le Monnier Scuola - Tre Volumi.
 R. Calzona, C. Cestelli Guidi. “Il calcolo del C.A.”. Hoepli Editore, Milano, 2007.
 G. Toniolo, M. Di Prisco. “Cemento armato. Calcolo agli stati limite”. Zanichelli Editore, 2000.

Metodi didattici

La parte teorica del corso sarà illustrata mediante lezioni frontali avvalendosi della proiezione di lucidi. La parte applicativa prevede esercitazioni pratiche sull’analisi delle sollecitazioni, sul dimensionamento e verifica di elementi strutturali in calcestruzzo armato e relative disegni dei particolari costruttivi.

Modalità verifica apprendimento

La verifica dell’apprendimento è basata su una prova scritta, che verte su tre domande teoriche e progettuali. La risposta a ogni domanda verrà valutata con una votazione da 0 a 10.
Durante la prova scritta lo studente potrà consultare solo un prontuario o manuale tecnico.

Altre informazioni

E’ vivamente consigliata la frequenza del corso in particolar modo delle esercitazioni pratiche, come pure l’utilizzo del ricevimento studenti da parte del docente per approfondimenti e chiarimenti.