ARCHITETTURA RIGENERAZIONE SOSTENIBILITÀ

Ex laurea in Scienze dell'Architettura
Cognomi A-L

RAPPRESENTAZIONE DIGITALE

Docenti: 
Crediti: 
3
Sede: 
PARMA
Anno accademico di offerta: 
2020/2021
Responsabile della didattica: 
Settore scientifico disciplinare: 
DISEGNO (ICAR/17)
Semestre dell'insegnamento: 
Primo Semestre
Lingua di insegnamento: 

ITALIANO

Attività formativa padre: 

Obiettivi formativi

Il corso vuol far giungere lo studente alla padronanza dello strumento informatico per lo studio della realtà spaziale e come applicativo automatico della rappresentazione.
Conoscenza
Al termine del corso lo studente sarà a conoscenza dei concetti di base del disegno automatico bidimensionale, della modellazione geometrica delle forme dell’architettura e dei metodi più opportuni per impaginare i propri elaborati.
Competenza
Al termine del corso lo studente sarà in grado di applicare praticamente le nozioni acquisite e di realizzare in modo autonomo elaborati nell'ambito specifico del disegno dell’architettura e della città.
Autonomia di giudizio
Grazie alle nozioni apprese, al termine del corso lo studente sarà in grado di individuare autonomamente, al variare dei temi e delle problematiche, le tecniche di rappresentazione più opportune da utilizzare per la comunicazione dei propri lavori.
Capacità comunicative
Poiché il disegno digitale si configura oggi come una delle forme principali di linguaggio per la comunicazione dell’architettura, al superamento dell’esame lo studente dovrà necessariamente aver acquisito la capacità di comunicare le proprie idee e i propri progetti attraverso l’utilizzo di software dedicati.

Contenuti dell'insegnamento

Nell’ambito del laboratorio è indispensabile far interagire fra loro il disegno, così come la tradizione dell’operare architettonico ce lo ha trasmesso, e i nuovi strumenti che la tecnologia mette continuamente a disposizione.
Il corso si propone pertanto di far acquisire agli allievi in maniera chiara e definitiva le peculiarità proprie del disegno digitale, sia esso rappresentato da grafica raster o grafica vettoriale.
Il corso è suddiviso in tre parti principali ed è modulato in cicli di lezioni teoriche e pratiche aventi i seguenti argomenti:
Prima parte (il CAD):
- Introduzione alla grafica vettoriale;
- Il disegno CAD (computer aided design);
- Lo spazio e la visualizzazione nel CAD;
- L’impostazione dello spazio di lavoro;
- Principali comandi di disegno;
- Principali comandi di editazione;
- Altri comandi indispensabili per il completamento degli elaborati;
- Introduzione ai comandi di disegno 3D.
Seconda parte (la grafica raster):
- Introduzione alla grafica raster;
- Lo spazio e la visualizzazione nei software dedicati;
- La preparazione dello spazio di lavoro;
- Principali comandi di disegno;
- Principali comandi di editazione;
- Altri comandi indispensabili per il completamento degli elaborati.
Terza parte:
- L’integrazione fra diversi software.
Le esercitazioni pratiche, tutte individuali, verteranno sui medesimi argomenti delle lezioni teoriche e saranno espletate attraverso l’esecuzione di elaborati realizzati su supporto informatico e poi stampati.

Bibliografia

R. Migliari, Geometria dei modelli. Rappresentazione grafica e informatica per l’architettura e per il design, Edizioni Kappa, 2003.
R. Migliari, Fondamenti della rappresentazione geometrica e informatica dell’architettura, Edizioni Kappa, 2000.

Metodi didattici

Il corso sarà articolato in una serie di lezioni erogate completamente a distanza in modalità asincrona. Per consentire l’apprendimento continuo e progressivo delle tecniche di rappresentazione digitale, parallelamente allo svolgimento delle lezioni teoriche verranno assegnate diverse esercitazioni pratiche individuali che consisteranno nella elaborazione di elaborati informatici, costantemente corretti, in cui lo studente sarà costretto ad utilizzare le nozioni acquisite.

Modalità verifica apprendimento

La verifica dell’apprendimento verrà effettuata continuamente durante lo svolgimento del corso, attraverso la valutazione e il controllo di tutto il materiale prodotto.
Tale verifica sarà così pesata:
Puntualità nell’adempimento delle esercitazioni individuali assegnate: 5%;
Modalità di utilizzo dei software di disegno nel passaggio dalla rappresentazione dell’oggetto alla modellazione virtuale dell’oggetto stesso (conoscenza): 35%;
Applicazione dei comandi più opportuni per la realizzazione degli elaborati (competenza): 25%;
Scelta autonoma dei software più opportuni per la resa dei propri elaborati, in funzione del raggiungimento del risultato desiderato (autonomia di giudizio): 35%.