SCIENZE DELL'ARCHITETTURA

dal 1 novembre 2018 Corso di Laurea in Architettura Rigenerazione Sostenibilità

Sbocchi professionali

Architetto junior – sezione B, settore A
funzione in un contesto di lavoro:
- Progetta e realizza opere civili semplici, con l’uso di metodologie standardizzate;
- Concorre e collabora nella progettazione, direzione, vigilanza, misura, contabilità e liquidazione di costruzioni che non siano semplici;
- Concorre e collabora nelle fasi di conoscenza e di progetto per la conservazione di edilizia storica vincolata;
- Concorre e collabora a qualsiasi operazione di collaudo;
- Concorre e collabora in progetti di strumenti urbanistici generali e piani attuativi di qualsiasi natura ed entità.
competenze associate alla funzione:
- Capacità di impostare processi progettuali attraverso l’applicazione di conoscenze di composizione architettonica e urbana;
- Capacità di realizzare, individuando tecniche e strumenti adeguati, specifiche analisi di contesto, attraverso l’applicazione di conoscenze relative al rilievo e all’analisi dell’architettura esistente, nonché alle indagini per la città, il paesaggio e il territorio;
- Capacità di analizzare criticamente alternative tecniche e funzionali per la soluzione di specifici problemi progettuali a scale diverse, in particolare attraverso l’applicazione di conoscenze di tecnologia dell’architettura, fisica tecnica e in ambito strutturale;
- Capacità di comunicare con efficacia analisi e proposte progettuali ai diversi interlocutori, sviluppata anche attraverso la partecipazione attiva ai workshop progettuali.
sbocchi professionali:
I laureati del Corso di Laurea in Architettura Rigenerazione Sostenibilità saranno in grado di svolgere attività quali tecnici nel settore dell’architettura presso ambiti specifici di amministrazioni pubbliche locali o nazionali, in particolare presso uffici preposti alla progettazione di opere costruttive e alla programmazione di interventi urbanistici, presso enti e Consorzi per la protezione del territorio e per il governo di città o aree più vaste, nonché presso istituzioni rivolte allo studio e alla tutela dell'architettura storica, quali le Soprintendenze e del territorio. Potranno inoltre trovare sbocchi professionali presso aziende private operanti nel settore delle opere architettoniche e presso studi professionali di ingegneri, architetti ed urbanisti, anche grazie alle competenze sviluppate nel Building Information Modelling, nonché presso imprese di costruzioni, aziende commerciali per la produzione e vendita di prodotti edilizi, con particolari competenze in quelli ecologici e sostenibili.
Il laureato, dopo il superamento dell’Esame di Stato, potrà svolgere autonomamente l’attività professionale prevista per il corrispondente livello di studi (architetto junior).
Pianificatore junior – sezione B, settore B
funzione in un contesto di lavoro:
- Costruisce e gestisce sistemi informativi per l’analisi e la gestione delle città e del territorio;
- Esegue analisi, monitoraggi e valutazioni territoriali ed ambientali;
- Gestisce le procedure di valutazione degli atti di pianificazione territoriale e relativi programmi complessi;
- Concorre e collabora nella progettazione, direzione, vigilanza, misura, contabilità e liquidazione di costruzioni che non siano semplici;
- Concorre e collabora a qualsiasi operazione di estimo e collaudo;
- Concorre e collabora in progetti di pianificazione del territorio, del paesaggio, dell’ambiente, delle città e in qualsiasi progetto attinente l’urbanistica compresi piani attuativi di qualsiasi natura ed entità, con particolare attenzione agli aspetti cogenti di eco sostenibilità e impatti sull’ambiente.
competenze associate alla funzione:
- Capacità di svolgere indagini e analisi di strutture urbane, territoriali e ambientali, anche attraverso processi di concertazione e partecipazione;
- Capacità di redazione, monitoraggio e valutazione di opere pubbliche, programmi e piani relativi al governo e allo sviluppo sostenibile del territorio e alla rigenerazione del paesaggio antropico;
- Capacità di rappresentare, comunicare e gestire con opportuni strumenti (cartografia tematica, GIS, webGIS, PP-GIS) piani urbanistici o strategici, progetti urbani, programmi di riqualificazione, programmi di sviluppo locale, politiche urbane e territoriali.
sbocchi professionali:
I laureati del Corso di Laurea in Architettura Rigenerazione Sostenibilità saranno in grado di svolgere attività quali tecnici nel settore dell’architettura presso ambiti specifici di amministrazioni pubbliche locali o nazionali, in particolare presso uffici preposti alla progettazione e alla programmazione di opere costruttive e di interventi urbanistici, nonché presso istituzioni rivolte allo studio e alla tutela dell'architettura storica, quali le Soprintendenze. Potranno inoltre trovare sbocchi professionali presso aziende private operanti nel settore delle opere architettoniche e presso studi professionali di ingegneri, architetti ed urbanisti.
Il laureato, dopo il superamento dell’Esame di Stato, potrà svolgere autonomamente l’attività professionale prevista per il corrispondente livello di studi (pianificatore junior).
Abilità Comunicative

I laureati dovranno:
- essere capaci di applicare le conoscenze e le capacità di comprensione in modo da dimostrare un approccio professionale al loro lavoro; dovranno, inoltre, possedere competenze adeguate per ideare e sostenere argomentazioni di natura interdisciplinare, nonché risolvere problemi nel campo architettonico;
- saper comunicare informazioni, idee e soluzioni attraverso i più moderni sistemi informatici di documentazione, elaborazione e simulazione dei risultati, adattando linguaggi e strumenti ai diversi interlocutori, esperti e non;
- saper svolgere attività progettuali all’interno di un processo di cooperazione interpersonale.
L’acquisizione delle abilità comunicative sarà stimolata attraverso la richiesta agli studenti di effettuare specifiche esposizioni, anche con strumenti multimediali, in numerosi insegnamenti. Particolare attenzione allo sviluppo delle abilità comunicative si riscontra in tutte la attività laboratoriali ed in particolare nelle attività del Laboratorio di sintesi finale, nel quale saranno esposte pubblicamente le diverse argomentazioni a supporto delle attività progettuali svolte.
L'acquisizione delle abilità sopra descritte viene valutata a diversi livelli all'interno delle attività formative, in primo luogo durante le verifiche, che sono principalmente costituite da esami orali e prove scritte, come anche nelle attività di partecipazione a gruppi di lavoro costituiti all'interno di corsi integrati e laboratoriali. Tali capacità vengono ulteriormente perfezionate nella preparazione dell'elaborato di prova finale, in particolare per quanto attiene alle capacità di comunicazione grafica.
Lo studente dovrà inoltre essere in grado di utilizzare efficacemente in forma scritta ed orale una lingua dell’Unione Europea, oltre all'italiana; i risultati d'apprendimento conseguiti saranno verificati attraverso una specifica prova di valutazione con docenti di lingua madre.