Sbocchi professionali

Laureato in Scienze dell'Architettura
funzione in un contesto di lavoro:
II Corso di Laurea in Scienze dell'Architettura intende formare una figura di laureato che, dopo il superamento dell'Esame di Stato, potrà svolgere autonomamente l'attività professionale prevista per il corrispondente livello di studi: Architetto junior, Pianificatore junior, Ingegnere civile e ambientale junior. Potrà, inoltre, essere utilmente essere inserito nei quadri organizzativi di enti ed imprese private nel settore dei tecnici delle costruzioni civili e professioni assimilate.
competenze associate alla funzione:
Il laureato, dopo il superamento dell'Esame di Stato, potrà svolgere autonomamente l'attività professionale prevista per il corrispondente livello di studi (architetto junior, pianificatore junior, ingegnere civile e ambientale junior).
Il Corso di Laurea intende formare un architetto con competenze inerenti al progetto di architettura, urbanistico, strutturale, tecnologico, appoggiando tali competenze ad ampie conoscenze di base nel campo della rappresentazione, della storia dell’architettura e del restauro. La figura professionale formata nel Corso di Laurea deve essere in grado di conoscere le opere di architettura nei loro aspetti compositivi e formali, tecnologici, strutturali e costruttivi. Il campo di applicazione di queste conoscenze sarà rivolto anche a contesti storici ed al recupero di edifici esistenti. Le competenze specifiche del laureato riguarderanno le attività semplici di progettazione architettonica e urbanistica. Ulteriori competenze potranno essere spese in attività di supporto a progettazioni complesse nel campo della costruzione dell'opera edilizia, degli interventi di recupero e restauro sul patrimonio edilizio storico esistente, della pianificazione urbanistica e territoriale.
sbocchi professionali:
I laureati del Corso di Laurea in Scienze dell'Architettura saranno in grado di svolgere attività quali tecnici nel settore dell’architettura presso ambiti specifici di amministrazioni pubbliche locali o nazionali, in particolare presso uffici preposti alla progettazione e alla programmazione di opere costruttive e di interventi urbanistici, nonché presso istituzioni rivolte allo studio e alla tutela dell'architettura storica, quali le Soprintendenze.
Potranno inoltre trovare sbocchi professionali presso aziende private operanti nel settore delle opere architettoniche e presso studi professionali di ingegneri, architetti ed urbanisti, collaborando con i professionisti stessi alla preparazione, alle indagini nonché ai materiali di sintesi degli interventi progettuali.
Il laureato, dopo il superamento dell’Esame di Stato, potrà svolgere autonomamente l’attività professionale prevista per il corrispondente livello di studi (architetto junior, pianificatore junior, ingegnere civile e ambientale junior).
Abilità Comunicative

I laureati dovranno:

- essere in grado di utilizzare efficacemente in forma scritta ed orale una lingua, oltre all'italiana, a scelta fra inglese, francese, tedesco e spagnolo; i risultati d'apprendimento conseguiti saranno verificati attraverso una specifica prova di valutazione con docenti di lingua madre;

- essere capaci di applicare le conoscenze e le capacità di comprensione in modo da dimostrare un approccio professionale al loro lavoro; dovranno, inoltre, possedere competenze adeguate per ideare e sostenere argomentazioni, nonché risolvere problemi nel campo architettonico. I risultati d'apprendimento conseguiti saranno verificati attraverso specifiche esposizioni, anche con strumenti multimediali, in numerosi insegnamenti. Particolare attenzione allo sviluppo delle abilità comunicative si riscontra nelle attività del Laboratorio di sintesi finale, nel quale saranno esposte pubblicamente le diverse argomentazioni a supporto delle attività progettuali svolte. Tali abilità saranno valutate al fine del superamento del Laboratorio e, di conseguenza, nell'ottenimento del titolo di laurea;

- saper comunicare informazioni, idee e soluzioni a interlocutori esperti e non, attraverso i più moderni sistemi informatici di documentazione, di elaborazione e di simulazione dei risultati; i risultati d'apprendimento saranno verificati attraverso l'utilizzazione di questi strumenti in diverse esposizioni pubbliche degli esiti di singoli esami disciplinari nonché del laboratorio di sintesi finale.