Obiettivi formativi

Il Corso di Laurea in Scienze dell'Architettura è orientato alla formazione di una figura professionale in grado di conoscere le opere di architettura nei loro aspetti tecnologici e formali, compositivi, strutturali e costruttivi. Il campo di applicazione di queste conoscenze è rivolto anche a contesti storici ed ambientali, nonché al recupero di edifici esistenti. Le competenze specifiche del laureato riguardano le attività di supporto alla progettazione architettonica ed urbanistica, alla costruzione dell'opera edilizia e alla realizzazione degli interventi di recupero. Tali obiettivi perseguono una figura di laureato che, dopo il superamento dell'Esame di Stato, potrà svolgere autonomamente l'attività professionale prevista per il corrispondente livello di studi (Architetto junior, Pianificatore junior, Ingegnere civile junior). Nel corso dei tre anni il percorso formativo previsto tende a sedimentare progressivamente le conoscenze delle undici aree disciplinari, in conformità alla direttiva 85/384 CEEC. Si ritiene che l'amalgama di tali conoscenze (progettuali, strutturali, tecnologiche, urbanistiche, di rappresentazione, di restauro, storiche ecc.) costituisca la base indispensabile per una organica e armonica interazione tra le diverse aree disciplinari, presupposto per una valida cultura architettonica. Il percorso formativo si realizza sia attraverso forme laboratoriali, sia attraverso corsi monodisciplinari e integrati. Nei primi due anni è privilegiata la forma laboratoriale degli insegnamenti, mentre al terzo la forma integrata o monodisciplinare in appoggio al laboratorio di sintesi finale delle competenze acquisite.